Intervalli Manutenzione - Orari - Zone Climatiche

Intervalli di manutenzione e orari di riscaldamento giornaliero

Il Decreto n.74/2013 ha apportato alcuni ritocchi alla periodicità con la quale realizzare i controlli sugli impianti termici da riscaldamento, nonché ai periodi ed alla durata di funzionamento durante l'inverno, in base alla zona climatica di appartenenza: Software Manutenzione Assistenza Caldaie


Gli impianti vanno controllati con periodicità diverse a seconda della tecnologia e della potenza:

- Ogni 2 anni se gli impianti sono dotati di generatore di calore a fiamma di potenza fra i 10 e i 100 kW ed alimentati con combustibili solidi o liquidi. Ogni anno se la stessa tipologia di impianto ha potenza uguale o superiore ai 100 kW.

- Ogni 4 anni se alimentati a gas, GPL o metano se di potenza tra 10 e 100 kW. La cadenza scende a2 anni se la potenza è pari o superiore ai 100 kW.

- Ogni 4 anni le macchine termiche a cogenerazione con potenza inferiore ai 50 kW. La periodicità dei controlli scende a ogni 2 anni nel caso di potenza pari o superiore ai 50 kW.

- Nel caso delle pompe di calore: ogni 4 anni se la tecnologia è incentrata sulla compressione del vapore ad azionamento elettrico e ad assorbimento a fiamma diretta con potenza tra i 12 e i 100 kW,ogni 2 anni se con potenza pari o superiore ai 100 kW.

- Ogni 4 anni per le pompe sostenute da motori endotermici di potenza pari o superiore ai 12 kW e ogni 2 anni per apparecchiature ad assorbimento e alimentate con energia termica (potenza uguale o superiore ai 12 kW).

- Ogni 4 anni tutti gli impianti azionati da sistemi di teleriscaldamento aventi potenza superiore:

Per sapere in quale periodo è possibile accendere gli impianti termici, bisogna conoscere la propria zona. Scarica la lista di tutti i comuni con la relativa zona climatica di appartenenza.